“L’Ayurveda e le età della donna” di A. Morandi e C. Tosto

Published in Donna

Natura e Benessere 11 – 30/32 (2003)
Secondo l’Ayurveda l’arco della vita è diviso in tre fasi: infanzia, età media e vecchiaia e così
vengono descritti negli antichi testi classici:
“L’infanzia è fino ai sedici anni quando i dhatu (tessuti) sono immaturi, i caratteri sessuali non sono
ancora manifesti, il corpo è delicato e ha meno resistenza, la forza è incompleta e il kapha è
predominante.

I dhatu continuano a svilupparsi mentre la mente rimane stabile fino a trent’anni.
La mezza età è caratterizzata dalla forza e dall’energia, dalla virilità, dalla prodezza, dall’acquisizione,
dalla ritenzione, dalla memoria, dalla proprietà di linguaggio e dalla comprensione. In questo
periodo, le proprietà di tutti i dhatu raggiungono il loro limite normale con una giusta forza fisica e
mentale, non degenerano, presentano una predominanza del pitta e questa fase dura fino ai
sessant’anni. Da lì fino ai cento anni si ha l’anzianità. In questo periodo, i dhatu, gli organi sessuali,
la forza, l’energia, la virilità, la prodezza, l’acquisizione, la ritenzione, la memoria, la proprietà di
linguaggio e la comprensione gradualmente degenerano e predomina il vata.” Caraka Samhita “
(Vimanasthana,VIII,122).
L’Universo femminile però, delicatamente complesso si anima ed afferma la sua unicità ed il suo
potere creativo attraverso un’ulteriore fase: la gravidanza. Possiamo quindi dire la donna
sperimenta nel suo percorso di vita quattro importanti passaggi:
1. Adolescenza
2. Maturità
3. Gravidanza
4. Menopausa
I Dosha (le tre energie vitali) influenzano e determinano ogni cosa nell'Universo, la natura, gli
esseri umani, le fasi della vita. Secondo l'Ayurveda l'infanzia è dominata da Kapha Dosha che
rappresenta la fase di costruzione del corpo e della crescita, Pitta Dosha caratterizza la maturità
nelle sue fasi di trasformazione e spinta realizzativa, Vata Dosha domina la terza età ben
rappresentando le sue qualità di secchezza di corpo/mente, caratterizzando la fragilità ed i tipici
disturbi in questa fase.
La prevalenza dei Dosha crea il gioco dinamico nel flusso della vita ed i relativi cambiamenti.
L'Ayurveda nella sua completezza ed universalità ci indica come seguire in modo semplice quelle
che sono fasi di cambiamento naturali, insegna come cavalcarne le onde senza esserne sommersi,
propone il corretto regime di vita; così da essere pronti nell’affrontare i problemi ed i disturbi che
ognuna di queste fasi porta naturalmente in sé, senza opporvisi. Tutto nell’Universo scorre e fluisce
seguendo un’ordine naturale, tutto è cambiamento dentro e fuori di noi, occorre quindi lasciarsi
trasportare e muoversi in sintonia con l’energia della Natura.
Ogni Dosha ha qualità specifiche che caratterizzano particolari squilibri: ad esempio i disturbi Vata
sono quelli che portano secchezza, dolore, contrazione; i disturbi di Pitta causano bruciore ed
infiammazione, i disturbi di Kapha invece gonfiore accumulo e stasi.
La fase dell'adolescenza porta in sé il primo grande cambiamento, la bambina diventa donna, il suo
corpo cambia, la sua mente cresce e con l'inizio delle mestruazioni entra in una fase evolutiva
molto importante. Vata nella sua qualità tipica del movimento può essere in eccesso, difetto,
bloccato o irregolare ed è responsabile dei disturbi più tipici durante l'adolescenza legati alla
comparsa delle mestruazioni e a tutto il periodo di stabilizzazione che questo comporta. Le
caratteristiche di Vata rendono anche ragione della sintomatologia dolorosa che questi disturbi
possono portare specie in relazione alla presenza di crampi. Vata può essere alterato anche in altre
fasi della vita femminile, dando origine per esempio a dismenorrea e variabilità emozionali
collegate al ciclo mestruale.
Nella fase della maturità la donna sperimenta se stessa nel rapporto con gli altri ed il mondo; se c'è
il matrimonio attraverso il distacco dalla famiglia d'origine e l'inizio di una nuova vita, accoglie la
responsabilità del cambiamento, diventando quindi più forte e pronta a creare un nuovo nucleo.
Durante l'età adulta entriamo in una fase caratterizzata dalla prevalenza di Pitta anche se si
possono presentare disturbi legati a tutti e tre i Dosha. A Pitta sono legate tutte le sindromi
infiammatorie dell'apparato urogenitale, disturbi in fase ovulatoria e la sindrome premestruale.
Nella stessa fase adulta possono essere presenti disturbi di Kapha che a livello fisico si manifestano
con ritenzione idrica e lo sviluppo di cisti ovariche e fibromi uterini, mentre alterazioni di Vata
possono protrarre anche in questa fase le sindromi dismenorroiche.
Nella fase della gravidanza sperimenta il più grande ed importante dei cambiamenti, ogni aspetto
del suo essere ne è pienamente coinvolto: fisico, mentale, ed emotivo. Il corpo gradualmente si
adatta ad accogliere la nuova vita, emozioni contrastanti quali forza e paura, grande gioia ma
anche inquietudine accompagnano questo meraviglioso percorso di crescita per la madre ed il
bambino in un'esperienza unica e indescrivibile.
Nella fase della menopausa la donna affronta nuovi cambiamenti non sempre accettati nè piacevoli
per il corpo e la mente. I desideri e l'umore possono cambiare e talvolta comparire depressione e
malinconia. Questo è un passaggio delicato, se affrontato con la fiducia e la consapevolezza proprie
dell'accettare il cambiamento, porta ad uno stato più saggio e quieto, là dove l'esperienza di una
vita accompagna la donna con serenità ed equilibrio.
Anche il ciclo mestruale è sotto l'influenza dei Dosha: nella fase ovulatoria, quindi di produzione
dell'ovocita, è guidato da Pitta, nella fase mestruale di espulsione è guidato da Vata il principio di
movimento, ed infine nella fase postmestruale di ricostruzione endomentriale è guidato da Kapha.
Durante l'età adulta entriamo in una fase caratterizzata dalla prevalenza di Pitta anche se si
possono presentare disturbi legati a tutti e tre i Dosha. A Pitta sono legate tutte le sindromi
infiammatorie dell'apparato urogenitale, disturbi in fase ovulatoria e la sindrome premestruale.
Nella stessa fase adulta possono essere presenti disturbi di Kapha che a livello fisico si manifestano
con ritenzione idrica e lo sviluppo di cisti ovariche e fibromi uterini, mentre alterazioni di Vata
possono protrarre anche in questa fase le sindromi dismenorroiche.
La donna durante la gravidanza è invece in una particolare condizione in cui tutti e tre i Dosha sono
coinvolti nella costruzione della nuova vita, quindi l'equilibrio può essere molto instabile, ed è in
questa fase che si rendono necessarie più che in altre particolari attenzioni al ritmo ed allo stile di
vita, per consentire una stabilizzazione del feto ed un suo sviluppo armonioso. In questa fase è
l'aspetto psicologico quello più vulnerabile, può squilibrarsi in ogni senso: con Vata aumenta l'ansia
e l'emotività, con Pitta l'irritabilità e le voglie, con Kapha la tendenza alla depressione. Nell'ultima
parte della gravidanza Vata aumenta preparando l'organismo all'espulsione del feto.
Durante la menopausa molti cambiamenti disturbano la donna che sperimenta fasi alterne e
diverse. L'energia di Vata in questo periodo accentua le sue qualità di movimento e variabilità
creando una situazione instabile a livello psicologico alterando l'emotività e la capacità di
concentrazione, talvolta fino ad intaccare l'equilibrio di Kapha che, attraverso un appesantimento
delle percezioni, può condurre a un senso di solitudine ed incomprensione sfociando nella
depressione. In questo periodo Pitta è invece responsabile delle cosiddette vampate di calore ed
alterazioni della circolazione. La menopausa è un periodo particolare che richiede comprensione ed
adattamento. A livello fisico Vata inizia a portare con sé le sue qualità di inaridimento e fragilità,
tipiche della terza età che a livello della fisiologia femminile si manifestano particolarmente con
secchezza vaginale ed osteoporosi.
Esempi di rimedi ayurvedici comuni per alcuni disturbi femminili
Othadam (tamponamenti caldi con erbe ed oli medicati) indicato per:
dolori mestruali, crampi, amenorrea, dismenorrea, lombalgie in gravidanza
Abhyanga (trattamento fisico con oli medicati) indicato per:
sindrome premestruale, variabilità emozionale, gonfiori, dolori mestruali, dismenorrea,
alterazioni psicofisiche in gravidanza e menopausa.
Irrigazioni Vaginali con oli medicati e decotti:
sono di vario tipo e comunemente usate in ayurveda non solo in caso di disturbi ma anche
ad uso domestico dopo il ciclo mestruale per ristabilire un corretto ambiente fisiologico. Da
segnalare quelle a base di triphala, una mistura di Terminalia Bellerica, Terminalia Chebula ed
Emblica Officinalis, a scopo astringente ed antisettico, quelle a base di yogurt diluito per
riequilibrare l'acidità vaginale, e quelle a base di sostanze oleose (es. ghee medicato ed oli
erbalizzati) indicati per la secchezza vaginale ed altri disturbi..
Yoga terapia
Pratica psicofisica che, attraverso mirate posizioni del corpo (asana) tecniche del respiro e
meditazione, accompagna tutte le fasi della vita della donna guidandola armoniosamente nella
prevenzione e mantenimento della salute. 

CULTURA

Eventi, Conferenze e Seminari per entrare in contatto con la cultura e il sistema di conoscenza indiano

FORMAZIONE

Percorsi educativi e formativi in Ayurveda e discipline collegate con i docenti più autorevoli a livello internazionale

RICERCA

Gli studi clinici e le ricerche più innovative e rivoluzionarie nell’ottica della “Collaborative Medicine and Science”

MEDIA

Cosa dicono di Ayurvedic Point e dell’Ayurveda in Italia e nel Mondo. Articoli, Foto, Video, Audio

SPAZI PER CORSI,
SEMINARI, EVENTI

Ayurvedic Point offre Spazi per Corsi, Seminari, Eventi

Un nuovo spazio per i tuoi eventi a Milano, sale organizzate per corsi settimanali, seminari, conferenze, incontri, stage...