CROSTATA DI CASA FELICINA

Published in LA RICETTA DEL MESE

Ingredienti

200 g farina semintegrale (tipo 2)
100 g di fecola di patate
120 g di mandorle tritate dopo ammollo in acqua (va bene ciò che avanza dalla preparazione del latte di mandorla)
120 g di zucchero di canna
80 ml di latte di mandorla
70 ml di olio di mais
1/2 bustina di lievito per dolci
Polvere di buccia d’arancia grattugiata
1 cucchiaino da caffè di vaniglia in polvere
1 pizzico di sale
Marmellata a piacere

Preparazione

Preparazione del latte di mandorle (per 1 litro): mettere in ammollo in 300 ml d’acqua fresca, 150 mg di mandorle pelate, lasciar riposare 4-5 ore, quindi unire altri 700 ml d’acqua fresca e frullare il tutto.
Filtrare utilizzando un colino e un pezzo di garza: la parte liquida è il latte, la parte solida sono le mandorle tritate che posso utilizzare, dopo averle strizzate, nell’impasto della frolla. 
Si può usare anche l’estrattore, il procedimento in questo caso è più rapido.

Preparazione della frolla: mescolare assieme in una ciotola farina, fecola, zucchero, lievito, mandorle e aromi, aggiungere anche un pizzico di sale, quindi unire l’olio di mais, amalgamandolo con la mano in modo da ottenere una specie di impasto “sbricioloso”; aggiungere il latte di mandorle amalgamandolo agli altri ingredienti.
L’impasto così ottenuto resta piuttosto morbido e appiccicoso, farne una palla, avvolgere nella pellicola, e lasciar riposare in frigorifero per almeno 3 ore.
Preparare la tortiera con carta forno oppure ungendola e infarinandola (l’impasto dovrebbe essere sufficiente per una tortiera di 26 cm circa, e qualche eventuale avanzo per biscotti), stendere una parte della frolla preparando un disco della circonferenza un po’ maggiore rispetto a quella della tortiera, dello spessore di circa 3 mm. (posso aiutarmi con una piccola quantità di farina) e spostare il disco all’interno della teglia.
Regolare il bordo ottenuto con una rotella, stendere sulla base la marmellata scelta, quindi preparare delle striscioline di impasto dello stesso spessore della base e della larghezza di circa 1 cm e poggiarle, incrociandole, per fare la copertura.
Infornare a 170º per circa 30’.

Guna: morbido, untuoso, leggermente ruvido
Rasa: dolce, leggermente acido (a seconda della marmellata scelta).

 

Come per tutti i dolci, i Kapha devono consumarlo solo occasionalmente, scegliendo una marmellata di more o di mirtilli o di frutti di bosco misti. Per i Vata va bene, ancora meglio con marmellate di fichi, pesche, albicocche, fragole. Per i Pitta va scelta una marmellata di frutta dolce: fichi, pesche, ciliegie, ma anche i mirtilli vanno bene.

CULTURA

Eventi, Conferenze e Seminari per entrare in contatto con la cultura e il sistema di conoscenza indiano

FORMAZIONE

Percorsi educativi e formativi in Ayurveda e discipline collegate con i docenti più autorevoli a livello internazionale

RICERCA

Gli studi clinici e le ricerche più innovative e rivoluzionarie nell’ottica della “Collaborative Medicine and Science”

MEDIA

Cosa dicono di Ayurvedic Point e dell’Ayurveda in Italia e nel Mondo. Articoli, Foto, Video, Audio

SPAZI PER CORSI,
SEMINARI, EVENTI

Ayurvedic Point offre Spazi per Corsi, Seminari, Eventi

Un nuovo spazio per i tuoi eventi a Milano, sale organizzate per corsi settimanali, seminari, conferenze, incontri, stage...